IL CASO

Lo scandalo dei loculi a Caltanissetta, confermato il sequestri dei beni

di

CALTANISSETTA. No al dissequestro dei conti correnti bancari di una delle cinque società di mutuo soccorso finite nell' occhio del ciclone per il sospetto scandalo dei loculi. Così ha deciso il «Riesame» presieduto da Daniele Marraffa. Era e restano congelati i fondi della «Rosso di San Secondo», tra le maggiori associazioni di settore che operano nel Nisseno. I vertici avevano chiesto la revoca della misura patrimoniale su un conto da 126 mila euro alla Monte dei Paschi di Siena, mentre è stato tenuto fuori dal ricorso un secondo conto da 200 mila euro alla banca di credito cooperativo San Michele.

Sigilli che sono scattati tra le pieghe del blitz di carabinieri e guardia di finanza, coordinati dalla Dda nissena, che nell' aprile scorso ha coinvolto funzionari comunali di Caltanissetta e San Cataldo e imprenditori, con sei arresti ai domiciliari e 21 indagati in totale.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X