LA STORIA

Caltanissetta, la "fuitina" finisce in tribunale: processato per minacce alla suocera

di

CALTANISSETTA. È sull'onda di una "fuitina" d'amore che è finito nei guai. A trascinarvelo è stata la madre di lei. Della ragazzina che piantando baracca e burattini avrebbe lasciato casa dei genitori per andare via. E rifugiarsi in casa del suo amato. Un giovanissimo, pure lui. Un adesso ventiduenne Eros B. (assistito dagli avvocati Vincenzo Vitello e Adriana Vella), ma all' epoca dei fatti sedicenne, che alla fine, dopo un periodo un po' movimentato, è stato pure denunciato dalla madre di lei. Per minacce e ingiurie. La donna, Maria P. (assistita dall' avvocato Giovanni Maggio) è nella veste di parte civile.

Tutto ruota attorno all' infatuazione di una ragazzina per il suo fidanzatino. Una relazione tra adolescenti o poco più a cui la madre di lei si opponeva. Perché la mal digeriva. Quel ragazzino di cui s' era innamorato la figlia proprio non gli andava a genio. E in tutti i modi - secondo la ricostruzione dello scenario - avrebbe tentato di ostacolare quel rapporto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X