Pizzo, droga e prostitute fra Caltanissetta e San Cataldo: 10 condanne - Nomi e foto

CALTANISSETTA. Il gup di Caltanissetta Alessandra Giunta ha condannato dieci persone accusate a vario titolo di far parte di Cosa nostra, di avere gestito estorsioni a imprenditori e un traffico di stupefacenti tra Caltanissetta e San Cataldo, oltre ad avere messo in piedi un giro di prostituzione.

A sei imputati originari di San Catalto sono state inflitte le seguenti condanne: 20 anni e 6 mesi ad Antonio Cordaro, 51 anni; 18 anni a Calogero Maurizio Di Vita, 57 anni; 11 anni e 4 mesi a Pietro Mulone, 41 anni; 11 anni e 3 mesi a Salvatore Cordaro, 51 anni; 10 anni e 7 mesi ciascuno ad Angelo Giumento, 36 anni, e Vincenzo Scalzo, di 43 anni. 10 anni e 7 mesi a Vincenzo Ferrara, 48 anni, di Caltanissetta.

Sette anni e 4 mesi sono stati comminati a Calogero Luca Cordaro, 33 anni, originario di Canicattì; 6 anni all'albanese Elis Deda, 34 anni; 4 anni a Fabio Ferrara, 33 anni, di Caltanissetta.

Gli imputati hanno scelto il giudizio abbreviato una volta chiusa l'inchiesta denominata "Kalyroon", condotta dalla Squadra mobile nissena. Altre dodici persone sono attualmente sotto processo per gli stessi fatti in ordinario.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X