PROTESTA DEI RESIDENTI

Caltanissetta, rivolta contro le prostitute in strada

di

CALTANISSETTA. La chiamano ormai la "zona del vizio". È via Rochester e parte di viale Candura, l'arteria che porta al centro d'accoglienza per extracomunitari. In questo fazzoletto di territorio, dalla tarda serata, lucciole prevalentemente di nazionalità romene esercitano il mestiere più antico del mondo dove capita: fra le sterpaglie, fra i casolari fra la piscina comunale e il Palacarelli, in auto.

Una situazione che gli utenti della piscina (genitori, figli e operatori), hanno duramente stigmatizzato in una lettera inviata a prefetto, sindaco, questore, Carabinieri, Finanza, Polizia Locale, per chiedere più controlli.

"I clienti vengono attirati fra le sterpaglie - hanno scritto - o all'interno di qualche casolare, oppure, complice l'oscurità che regna nella zona all'interno delle vetture del cliente di turno. Di recente si segnalano anche auto in atteggiamento sospetto con a bordo conducenti poco raccomandabili, verosimilmente protettori delle stesse prostituire. Assai raramente la zona è controllata da pattuglie delle forze dell'ordine".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X