TRIBUNALE

Fu sorpreso con cocaina, condannato un pastore nisseno

di

CALTANISSETTA. Tre anni e mezzo di carcere per droga. Più in dettaglio per un etto e mezzo, o poco meno, di pasta di cocaina che secondo gli inquirenti sarebbe stata purissima. Tanto da poterci confezionare qualcosa come mille dosi e guadagni stimati nell’ordine di 50 mila euro.

La condanna è piovuta su un trentottenne di Caltanissetta che di grane con la giustizia ne ha già avute altre. È il pastore Carlo Salvatore Sanfilippo che s’è presentato al cospetto del gup Marcello Testaquatra dal quale ha ottenuto di essere giudicato con il rito abbreviato per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Questa la contestazione che gli è stata mossa dalla procura nissena. E in udienza il pubblico ministero Sofia Scapellato ne ha chiesto la condanna proprio a tre anni e mezzo.

Di contro la difesa, sostenuta dagli avvocati Sergio Iacona e Vanessa Di Gloria ha proposto l’assoluzione del proprio assistito o, in subordine, il minimo della pena.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X