IL CASO

Caltanissetta, il cimitero "Angeli" nel degrado

di

CALTANISSETTA. Nel cimitero “Angeli” di Caltanissetta dove i gabinetti per il pubblico non vengono più puliti dall’inizio dell’anno e non vengono rimossi i rifiuti accumulati nelle sezioni delle società di mutuo soccorso, succede anche che una salma resti bloccata in ascensore assieme a due operatori.

È accaduto ieri mattina quando, a valle del camposanto dove sono stati realizzate migliaia di tombe, si è improvvisamente fermato l’ascensore di cui è dotato un grande plesso funerario (in tutto quattro piani compreso il seminterrato) da una società privata. Al suo interno una bara che due operatori di una agenzia di pompe funebri dovevano tumulare. E sono stati momenti di panico. Uno degli operatori con il cellulare è riuscito a contattare il 115 dei vigili del fuoco intervenuti poi con una squadra che è riuscita a liberare operatori e feretro. La bara, successivamente, è stata regolarmente tumulata.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X