TRIBUNALE

"Abbandono di rifiuti inquinanti", due imprenditori a giudizio a Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Abbandono di rifiuti in assenza di autorizzazione. É la contestazione che pende su due imprenditori sull'onda dei lavori per la realizzazione della nuova ala del palazzo di giustizia di Caltanissetta. Ieri chiamati preliminarmente in aula.

La parentesi giudiziaria interesserà il quarantottenne Angelo Romano nella veste di legale rappresentante dell'associazione d'imprese che in corsa ha preso in carico i lavori e il quarantaquattrenne Michele Iraci (entrambi assistiti dall’avvocato Giuseppe Panepinto) tirato in ballo come direttore tecnico dei lavori.

Sarà il giudice Valentina Balbo – mentre inizialmente era stato individuato altro giudice - a processare i due che, nell'estate di tre anni fa, sono finiti al centro di uno dei dossier che hanno preso vita dai lavori in questione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X