IL CASO

Caltanissetta, un tugurio i gabinetti del cimitero

di

CALTANISSETTA. Prossimi ormai alla chiusura i gabinetti per il pubblico al cimitero Angeli. Una misura inevitabile. “Siamo ormai a livelli di guardia” ammette il direttore del camposanto Michele Lo Piano alle prese con grana che torna in primo piano a distanza di due anni quando i servizi furono interdetti ai visitatori per sei mesi.

L’emergenza di allora si sta riproponendo adesso. È scoppiata esattamente dall’ingresso del nuovo anno quando è finito l’impegno dei lavoratori del Reddito Minimo d’Inserimento (Rmi) ai quali il Comune aveva affidato il compito di pulire i quattro gabbiotti dove sono ricavati quattro gabinetti per gli uomini e quattro per le donne. Dal primo gennaio la pulizia è sospesa e lo resterà fino a quando l’amministrazione comunale non rinnoverà l’assunzione temporanea dei precari.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X