TRIBUNALE

«La tartassava per le avances respinte»: a giudizio un nisseno

di
avances, giudizio, nisseno, tribunale, Caltanissetta, Cronaca

CALTANISSETTA. Processo per un presunto stalker che quattro mesi fa, o poco più, è stato arrestato con in macchina anche un mattarello e un taglierino. E che poi, poco più di una settimana fa, è stato di nuovo preso sempre per atti persecutori ai danni della stessa donna. Che avrebbe tempestato, in seconda battuta, con centinaia e centinaia di «messaggini» molesti.

Va a giudizio un quarantanovenne nisseno  (assistito dall'avvocato Boris Pastorello) accusato di atti persecutori aggravati nei confronti di una quarantaseienne (assistita dall'avvocato Raffaele Palermo). A questa contestazione si è andata ad aggiungere anche il porto abusivo di oggetti atti ad offendere per quegli oggetti che aveva in auto

Ma è soltanto per il primo dei due filoni d'indagine che sarà processato. Sulla base del decreto di giudizio immediato disposto dal gip Francesco Lauricella, così da bypassare l'udienza preliminare.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Caltanissetta: i più cliccati