GUARDASIGILLI

Riesi, revocato il carcere duro al boss Cammarata

di

RIESI. Basta carcere duro per il boss di Riesi, Francesco Cammarata. E lo stop non è arrivato dalla Cassazione che, piuttosto, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato per un provvedimento... che in quei frangenti non c'era più.

Sì, perché nelle more non è più arrivato un nuovo atto da parte del Guardasigilli.

Alla scadenza del precedente decreto, che aveva perso efficacia a marzo, non sarebbe stato più prorogato. Così da lasciare quasi la questione nel limbo.

Mentre intanto, dal punto di vista giudiziario, con una situazione che nel frattempo s'era cristallizzata, si sono giocate più partite. Perché prima, era l'ottobre di due anni fa, il tribunale di sorveglianza di Roma, accogliendo l’istanza della difesa, ha inferto il colpo di spugna al regime di «41 bis» per Cammarata, che gli era stato imposto dal ministro della Giustizia su richiesta della procura.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook