CARABINIERI

Niscemi, s’indaga sulla morte in casa di un’anziana

di

NISCEMI. Un velo di mistero avvolge la morte di una anziana niscemese. Il suo decesso sarebbe stato rivelato dal figlio convivente con diverse ore di ritardo. Della vicenda si sta occupando la magistratura del tribunale di Gela, la quale – dopo le prime indagini avviate dai carabinieri della stazione di Niscemi - ha bloccato i funerali della defunta disponendo l’esame autoptico.

Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, Maria Pardo, 72 anni, vedova, - che viveva assieme al figlio Giuseppe Spinello, 44 anni in una abitazione di via Cagliari nel popolare quartiere Madonna – giovedì sera ha accusato un malore, del quale ha informato il congiunto. Il figlio, secondo quanto reso noto dai carabinieri, ritenendo che si trattasse di una indisposizione passeggera, ha aiutato la madre a mettersi a letto per farla riposare. L’indomani mattina, quando l’uomo si è svegliato, si è preoccupato del fatto che l’anziana ancora non si fosse lzata.

Entrato nella camera da letto, dopo aver chiamato diverse volte la donna e non ottenendone risposta alcuna, il quarantaquattrenne ha constatato che la madre era spirata durante il sonno.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X