L'INCONTRO

L'allarme della Prefettura a Gela: il nemico è l'omertà

di

GELA. Il vero nemico da combattere a Gela, è l’omertà. È l’amaro retroscena emerso dal vertice svoltosi ieri mattina in prefettura a Caltanissetta. Un vertice convocato dal prefetto Maria Teresa Cucinotta e al quale hanno preso parte il procuratore Fernando Asaro, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, il sindaco di Gela, le associazioni datoriali, i rappresentanti sindacali e le associazioni antiracket e antiusura del territorio.

Al centro del vertice la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica, recentemente interessata da un riacutizzarsi di episodi di criminalità. Oltre 150 attentati in poco meno di un anno e mezzo che hanno fatto crescere la tensione in città. In nessun attentato – è emerso dal vertice – qualcuno ha visto o sentito nulla.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X