CALTANISSETTA

Frana "killer" di via Gori, chieste le condanne per un tecnico e due comunali

di

CALTANISSETTA. Tre condanne per la frana killer di via Gori. Le ha chieste in appello la procura generale nei confronti di due funzionari comunali e un professionista tirati in ballo a vario titolo, anche se le contestazioni sono le medesime, per la tragedia del gennaio di otto anni fa. Quando una montagna di fango e detriti ha sepolto e ucciso il trentacinquenne Santo Notarrigo e del diciannovenne Felice Baldi.

La conferma delle affermazioni di responsabilità sancite in primo grado è stata sollecitata ieri mattina dal sostituto procuratore generale Lucia Brescia. Che più in dettaglio ha proposto, seguendo un ordine per entità della pena, 3 anni e 2 mesi per il direttore dei lavori, Vincenzo Nucera (assistito dagli avvocati Giacomo Vitello e Raffaele Palermo) e 2 anni e 2 mesi ciascuno per l’allora dirigente del Servizio tecnico del Comune, Armando Amico (difeso dall’avvocato Michele Micalizzi e Giacomo Lo Presti) e per il funzionario dell’Ufficio tecnico comunale, Giuseppe Bologna (difeso dall'avvocato Sergio Iacona). Sui tre pendono le imputazioni di omicidio colposo plurimo e disastro colposo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA-ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X