IL CASO

Caltanissetta, azzannato da un randagio chiede i danni

di

CALTANISSETTA. Azzannato da un randagio, piombato d’improvviso dentro un’auto, per proteggere la moglie in gravidanza. Tra il paradossale e l’inquietante. Ma vero. Preoccupantemente vero.

E adesso il malcapitato ha chiesto che il Comune e l’Azienda sanitaria lo risarciscano. È la coda di una vicenda allarmante che ha pure fatto correre grossi rischi a una donna in stato interessante, al marito che le fa fatto da scudo e agli altri occupanti dell’auto. Per quel cane che d’improvviso ha fatto irruzione dentro l’abitacolo seminando caos e paura.

A bussare alle casse di palazzo del Carmine e dell’Asp è un venditore ambulante quarantottenne, Giuseppe V. (assistito dall’avvocato Massimiliano Bellini) che a causa di quel morso è finito in ospedale e, lì, gli sono stati praticati anche alcuni punti di sutura.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X