TRIBUNALE

Caltanissetta, furto di identità su Facebook: scatta l'assoluzione

di

CALTANISSETTA. É rubando su internet l'identità della sua ex fidanzata che avrebbe contattato due amici su facebook scrivendo frasi ritenute a dir poco sconvenienti. E si sarebbe presentato sul social network sotto le mentite spoglie della sua ex dopo averle rubato – secondo una prima accusa - anche la password per l’accesso al suo account. Agendo, era stato ipotizzato, perché mosso da ripicca e un pizzico di malignità.

E per tutto questo, in primo grado, è stato pure condannato. Ora, nel secondo passaggio in aula, è arrivato il colpo di spugna. Che lo ha tirato definitivamente fuori dagli impicci. Facendo cadere quelle contestazioni che lo hanno trascinato sotto processo per un ventaglio di contestazioni. Non perché l'intrusione non sia avvenuta, anzi, ma perché adesso è stato ritenuto che non si sia raggiunta la prova che l'autore di quelle violazioni sia indiscutibilmente lui.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE CARTACEA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X