IL CASO

Mussomeli, randagi trasferiti in Calabria: critiche al sindaco

di
mussomeli, randagi, Caltanissetta, Politica
Giuseppe Catania

MUSSOMELI. «Prima di accusare irregolarità sarebbe necessario approfondire l’autorizzazione concessa al canile di Elio Ferreri considerato che sorge in mezzo alle abitazioni».

Il sindaco di Mussomeli Giuseppe Catania si difende dalle pesanti accuse mosse dagli animalisti della zona, sfociata in una denuncia presentata ai carabinieri, attraverso le quali vengono contestate delle gravi irregolarità sul trasferimento di randagi verso un canile calabrese.

Giovedì il trasporto degli animali a Crotone è stato ostacolato dalla presenza di decine di animalisti i quali, il giorno seguente, si sono presentati dai carabinieri avanzando una denuncia contro il Comune che per forza di cose finirà per coinvolgere il sindaco Catania.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X