MALTRATTAMENTI

Schiaffi e pugni alla convivente a Caltanissetta, rimane in cella

di

CALTANISSETTA. Restano serrate le porte del carcere per un sospetto «marito violento».

Arrestato dalla polizia poco più di un paio di settimane fa perché quand'era già ai domiciliari avrebbe picchiato la sua convivente, rimasta ferita al volto, minacciandola pure con un taglierino.

E lei si sarebbe salvata chiamando il 113 mentre lui la stava malmenando e, lasciando la cornetta alzata, ha fatto scattare l'intervento della polizia.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook