TRIBUNALE

«Vini ordinati con un nome falso», assolto un disoccupato di Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Dietro le mentite spoglie di un ignaro cliente sarebbe partita una ordinazione di vini. A spese del malcapitato di turno che avrebbe dovuto cacciare fuori i quattrini, ma con consegna a beneficio di altri. Un imbroglio. Solo un imbroglio. Questo il leit motiv della vicenda che poi ha trascinato al centro di un'indagine il presunto autore della truffa.

Ma alla fine le contestazioni si sono sciolte come neve al sole. Perché il disoccupato Alfredo Maffi (assistito dall'avvocato Salvatore Amato) è uscito indenne dal procedimento che ne è derivato a suo carico per sostituzione di persona.

Tutto è legato a una ordinazione di bottiglie partita all'indirizzo della «Giordano vini». Società che aveva contattato un cliente nisseno – era il novembre del 2012 – proponendogli l'acquisto di tre ceste, in vista delle festività natalizie, da regale ad altrettanti destinatari, al costo di 187 euro ciascuna.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X