IL CASO

Caltanissetta, anziana rapinata in casa: 28enne ai domiciliari

di

CALTANISSETTA. Si schiudono le porte del carcere per uno dei due sospetti rapinatori autori di un’azione sul modello “Arancia meccanica”. Gli è stata revocata la custodia cautelare a poco più di due mesi dal suo arresto.

E ha lasciato la cella per andare ai domiciliari. Ottenendo quella scarcerazione che gli è stata già negata subito dopo l’interrogatorio di garanzia.

Va ai domiciliari, adesso, il ventottenne Andrea Iacona (difeso dall’avvocato Giuseppe Panepinto), che da fine marzo scorso era rinchiuso al «Malaspina» su ordinanza di custodia cautelare per l’ipotesi di tentata rapina aggravata in casa. Stessa contestazione che è stata mossa a carico di un altro ventottenne pure lui finito dietro le sbarre.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook