IN APPELLO

Anziano rapinato in casa a Caltanissetta, annullate tre condanne

di

CALTANISSETTA. Colpo di spugna alla colpevolezza. E con l'assoluzione è arrivata la loro immediata scarcerazione. Un verdetto accolto da imputati e parenti tra abbracci e profonda commozione. Per i giudici d'appello non sono loro tre gli autori di una violenta rapina in casa.

Un'azione sul modello Arancia meccanica che avrebbe avuto per obiettivo un ottantenne che sarebbe stato massacrato di botte da una banda che avrebbe fatto irruzione in casa sua. Ma per la Corte non è opera dei tre imputati

Assolti il trentunenne Salvatore Locascio, che aveva rimediato 10 anni e il cinquantenne Giacomo Meli e il trentatreenne Giuseppe Di Gati (difesi dagli avvocati Giuseppe Dacquì, Sergio Iacona, Vanessa Di Gloria e Dino Milazzo) che di anni ne avevano avuto 8. Perché sospettati di rapina aggravata e lesioni pure queste aggravate. Assolti “per non avere commesso il fatto”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X