CONTROLLI

Furti e danneggiamenti a Gela: un arresto e 8 denunce

di

GELA. Un intero territorio passato al setaccio da polizia e carabinieri, nell’arco di pochissimi giorni. Una raffica di controlli portati a termine a Gela per prevenire spaccio di sostanze stupefacenti, attentati incendiari, furti negli appartamenti e incidenti stradali a volte causati dall’uso eccessivo di alcol. A far sentire la presenza sul territorio, diverse pattuglie dei carabinieri, al comando del Maggiore Antonio De Rosa e del Capitano Francesco Ferrante e gli uomini del commissariato di Gela, diretti dal vice questore Francesco Marino.

Posti di blocco ovunque, in particolare nelle zone più “calde”, dove si concentrano i giovani della movida gelese, che con l’arrivo della bella stagione sono tornati a frequentare i locali notturni del centro storico e del lungomare.

Il bilancio è di centinaia di persone controllate, quasi 700, centinaia di veicoli fermati ai posti di blocco istituiti nei punti nevralgici della città, alcune denunce per stato di ebbrezza, perquisizioni, contravvenzioni per infrazioni al codice della strada, un arresto e otto minorenni denunciati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook