SANITA'

Radioterapia in tilt a San Cataldo, le cure a Gela

di

SAN CATALDO. Radioterapia ferma all’ospedale di San Cataldo e disagi pesanti per chi attualmente deve sottoporsi a questo doloroso ciclo di cure. Un guasto, la scorsa settimana, ha mandato in tilt l’apparecchiatura e sta costringendo da giorni pazienti gravitanti al «Maddalena Raimondi» (dove converge una vasta utenza del nord della provincia ma anche di zone dell’agrigentino e dell’ennese) a fare la spola a distanza di 75 chilometri all’ospedale di Gela in giornate peraltro caratterizzate dal caldo africano che toglie il respiro.

A segnalare l’inconveniente è stata una donna che ha telefonato in redazione. «È una odissea spostarsi a Gela – ha detto – con queste temperature proibitive. Ma è una cosa che dobbiamo sobbarcarci. Questa apparecchiatura va in avaria con estrema frequenza e si tratta di episodi che ci inducono a pensare che l’Asp forse sta pensando di chiudere questo servizio a San Cataldo per trasferirlo altrove. E spesso all’ospedale di Gela abbiamo registrato qualche lamentela per l’improvviso aumento dell’utenza che ha necessità di sottoporsi al trattamento».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X