L'OPERAZIONE

L'ex sindaco di Niscemi La Rosa si difende: "Mai avuto contatti con la mafia"

di
Mafia a Niscemi, Caltanissetta, Cronaca
Francesco La Rosa

NISCEMI. L’ex sindaco di Niscemi Francesco La Rosa, comparso ieri davanti al Gip, Marcello Testaquadra, ha risposto a tutte le domande del giudice e si è difeso con tutte le sue forze dall’accusa di voto di scambio. Assistito dal suo avvocato, Giuseppe D’Alessandro, il sindaco uscente, ha dichiarato di essere innocente e di essere estraneo ai fatti che gli vengono contestati nell’ambito dell’operazione “Polis”, condotta dalla Squadra Mobile e coordinata dalla Dda di Caltanissetta.

Ciccio La Rosa, insieme ad altre otto persone, fra presunti boss di Cosa nostra e personaggi politici del territorio, è accusato di aver incassato l’appoggio della mafia in occasione delle elezioni amministrative che si svolsero a Niscemi nel 2012.

All’ultima tornata elettorale, si era nuovamente candidato ma al ballottaggio è stato sconfitto da Massimiliano Conti. Ieri è toccato anche all’imprenditore Giuseppe Attardi e al figlio Calogero (Carlo), assistiti dall’avvocato Flavio Sinatra. Anche loro hanno risposto alle domande del Gip e dato una spiegazione a tutto ciò che gli viene contestato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook