LA PROTESTA

Niscemi assetata, le mamme scendono in piazza contro la crisi idrica

di

CALTANISSETTA. I niscemesi ieri hanno gridato forte la loro rabbia per la cronica mancanza d’acqua che asseta la città.

L’hanno fatto nel corso di un lungo corteo che, partendo da viale Mario Gori, si è snodato per le vie principali per concentrarsi in piazza Vittorio Emanuele, davanti al municipio.

Una marcia di diversi chilometri sotto un sole cocente che ha fatto salire la temperatura fino a oltre 50 gradi.

A sfidare la pesante afa di luglio sono state soprattutto le donne, alcune persino con il bebè appresso (molti mariti non hanno potuto partecipare perché al lavoro). Ma non sono mancati gli anziani, di cui qualcuno sostenuto dall’amico bastone, assieme a molte associazioni culturali, di volontariato e di protezione civile.

La partecipata manifestazione popolare (secondo la stima degli organizzatori sono scesi in piazza circo duemila cittadini) è stata promossa e organizzata dal Comitato spontaneo denominato significativamente “Acqua tutti i giorni a Niscemi”.

La protesta è scoppiata a seguito della lunga emergenza idrica che ha messo in ginocchio la città durante il mese di giugno e i primi giorni di luglio, causati da diversi guasti lungo la condotta esterna di contrada Fegotto, Mascione e Ulmo. La città è rimasta a secco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook