CALTANISSETTA

Aveva fucile in casa: condannata ex direttrice del carcere minorile

CALTANISSETTA. Colpevole, seppur a metà, per quel fucile che le è stato trovato in casa tra le pieghe dell'inchiesta principale. Quella legata ai presunti corsi pilotati all'istituto penale minorile e già approdata in tribunale.

La nuova parentesi giudiziaria, in questo caso per armi, ha interessato la stessa ex direttrice dell'istituto penale per minori, Alfonsa «Nuccia» Micciché (assistita dagli avvocati Raffaele Palermo ed Emanuele Limuti) che per quest'altra parentesi giudiziaria ha chiesto e ottenuto di essere giudicata con il rito abbreviato condizionato.

E alla fine il gup Marcello Testaquatra l'ha condannata a 6 mesi – con il beneficio della pena sospesa e la non menzione - per l’ipotesi di detenzione d’arma.

Di contro è stata assolta per la ricettazione della stessa, imputazione scattata per via del numero di matricola mancante nella carabina scovata dai carabinieri.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook