TRIBUNALE

Chiesto l'ergastolo per un presunto boss di Mazzarino

di

MAZZARINO. Carcere a vita per il sospetto boss di Mazzarino e assoluzione, di contro, per un presunto uomo di Cosa nostra. La richiesta parte dalla procura generale di Catania nei confronti di Giuseppe Selvaggio, ritenuto tra i mandanti della strage di Vittoria e di Claudio Calogero Cinardo, pure lui mazzarinese e già assolto per l’eccidio ma non per mafia.

È il quadro che il sostituto procuratore generale di Catania , Giuseppe Lombardo, ha girato alla corte d’Assise d’Appello presieduta da Rosario Cuteri (consigliere il giudice Stefania Scarlata). Che, nel concreto, rappresenterebbe la richiesta di accoglimento dell’appello presentato dalla procura, perché in primo grado, al termine delle requisitoria, il pm Rocco Liguori aveva chiesto la condanna al «fine pena mai» per Selvaggio e l’assoluzione di Cinardo. E invece l’Assise di Catania – era il 5 gennaio dello scorso anno – ha condannato a 18 anni Selvaggio (difeso dall’ avvocato Ernesto Brivido) sia per il l’eccidio di Vittoria che per mafia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook