TRIBUNALE

Droga e incendi, blitz "Cobra" a Caltanissetta: in due sul banco degli imputati

di

CALTANISSETTA. È sull’onda lunga di una maxi indagine, che poi ha inglobato inchieste di carabinieri e polizia con un una sessantina d’imputati, che pure loro sono chiamati alla sbarra. Per uno stralcio, in particolare, di un dossier che ha preso in esame movimentazione di stupefacenti e incendi. E loro, i due chiamati in aula al cospetto del giudice Salvatore Palmeri, sono tirati in ballo per imputazioni differenti: uno risponde di droga, l’altro d’incendio.

È il distinguo che interessa i trentatreenni – solo un mese e mezzo separa la loro nascita – Ivan Vincenzo Gaspare Scarpulla (difeso dall’avvocatessa Maria Francesca Assennato) e Michele Iacona (difeso dall’avvocato Giuseppe Dacquì). Il primo è chiamato a rispondere di spaccio di droga in concorso, il secondo di danneggiamento aggravato seguito da incendio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X