LA PROTESTA

Niscemi, i sindacati: "No alla chiusura dei vigili del fuoco"

di

NISCEMI. Niscemi, terzo centro più popoloso della provincia nissena dopo il capoluogo e la vicina Gela, va perdendo i presidi più importanti per la sicurezza e la salute dei suoi abitanti. L’ultima perdita di appena qualche settimana fa è avvenuta in seguito alla chiusura del distaccamento dei vigili del fuoco volontari. Ma altre se ne profilano all’orizzonte, quali il trasferimento in altro Comune del commissariato di polizia, sulla cui sede pende un’ordinanza definitivo di sfratto, il notevole ridimensionamento dell’ospedale cittadino ridotto ad appena due sole unità (Chirurgia e Medicina).

Contro questa preoccupante situazione scende in campo la segreteria provinciale del sindacato provinciale dei lavoratori di Polizia (Silp-Cgil). Con un comunicato dai toni allarmanti, il segretario provinciale Davide Chiarenza denuncia «la recrudescenza dei fenomeni criminosi a Niscemi, che impone il potenziamento delle strutture preposte alla sicurezza dei cittadini e non il loro smantellamento».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X