AGRICOLTURA

Piana di Gela senz’acqua, a rischio le produzioni

di

GELA. "Alla Piana di Gela è emergenza idrica. Senza precedenti. Se non si trova una soluzione immediata e definitiva si rischia la rivolta". È questa la tragica situazione dipinta dai portavoce della confederazione italiana agricoltura secondo la quale, però, non è la mancanza di acqua a creare i problemi, come sarebbe facile supporre, ma piuttosto il cattivo funzionamento del sistema irriguo.

«L’acqua c’è, ma paradossalmente le dighe sono a secco». Due le dighe che sostanzialmente vengono chiamate in causa, la diga Disueri e la diga Cimìa. «La prima, che da sola potrebbe far fronte alla necessità d’acqua della Piana perché in grado di invasare 25 milioni di metri cubi di acqua, è fortemente compromessa da una lesione alle pareti. Nonostante 20 milioni di euro siano stati già stanziati per finanziare il progetto di risistemazione, tutto tace perché bloccato nei meandri indistricabili della burocrazia».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X