ROGHI

Gela, l’incendio doloso alle mura Timolontee

di

GELA. E adesso si fa la conta dei danni e si cercano le responsabilità di quanto si è verificato alle mura Timoleontee di Caposoprano, dopo un incendio che domenica scorsa ha rischiato di distruggere un patrimonio archeologico di inestimabile valore. Non ci sono dubbi sul fatto che il rogo sia di origine dolosa. Gli inquirenti stanno tentando di risalire agli autori materiali del gesto.

Le fiamme hanno distrutto una tettoia di circa mille metri quadrati, ma le conseguenze potevano essere ben più gravi se i vigili del fuoco e la Procivis non fossero intervenuti in tempo mentre una coltre di fumo ha invaso la città. I pompieri, giunti anche da Caltanissetta e i volontari della Procivis, hanno impiegato un paio d’ore prima di riuscire a domare il rogo. Le fiamme hanno divorato le sterpaglie e lambito le fortificazioni greche.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X