IL CASO

Questua per restaurare San Michele a Caltanissetta ma è una truffa

di

CALTANISSETTA. Questua per il restauro del manto di San Michele. Senza limiti la fantasia dei lestofanti di turno che pur di racimolare qualche soldo si sono messi in giro per la città chiedendo, in nome e per conto della parrocchia Cattedrale, contributi anche minimi finalizzati a rimettere in sesto il prezioso manto di velluto rosso che viene adagiato sulle spalle del simulacro quando viene portato in processione. Tutto falso.

Il manto, ovviamente, non ha bisogno di alcun restauro e la questua non era stata autorizzata da nessuno, tanto meno dal parroco della Cattedrale don Gaetano Canalella. Si è trattato insomma della libera e improvvida iniziativa di qualcuno che in prossimità della festa patronale, è andato a chiedere soldi a cittadini e a qualche commerciante. Una iniziativa di breve durata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X