TRIBUNALE

Riciclaggio di denaro sospetto: chiesta condanna di due bancari a Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Uno direttore di filiale, l’altro promotore finanziario della stessa agenzia avrebbero chiuso più che un occhio su ingenti flussi sospetti di denaro sui conti di una famiglia d’imprenditori del settore slot machine. Che, nel concreto, s’è tradotta nella richiesta di condanna per due bancari accusati di riciclaggio di denaro.

È di 6 anni di reclusione e 10 mila euro di multa ciascuno la richiesta avanzata ieri dalla procura a carico del cinquantenne Vincenzo Domenico Minglino (difeso dagli avvocati Giacomo Butera ed Ermanno Cappa) finito in giudizio nelle veste di direttore protempore della filiale nissena del Credem e il cinquantaquattrenne Marcello Michele Salvatore Curatolo (assistito dagli avvocati Giuseppe Ferraro e Salvatore Bevilacqua) promotore finanziario della stessa filiale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X