TRIBUNALE

Giovane di San Cataldo vittima di stupro corregge il tiro contro i migranti

SAN CATALDO. Dalle domande che le sono state sottoposte sarebbero emerse presunte contraddizioni. Rispetto a una sua precedente versione e ai racconti resi da testimoni che in questi mesi si sono succeduti in aula. La ventunenne studentessa universitaria di San Cataldo - che per cinque giorni sarebbe rimasta in balia di un gruppo di stranieri che l’avrebbero drogata e violentata tenendola prigioniera in casa – s’è sottoposta al fuoco di fila rispondendo alla Corte, al pm e alla difesa. Come si legge oggi sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X