INCHIESTA "PERLA NERA"

"Loculi e lavori pubblici pilotati" a Caltanissetta, chiesto il processo per venti

di

CALTANISSETTA. Una sola richiesta di rito abbreviato e processo sollecitato per gli altri 20 coinvolti nell’inchiesta «Perla nera». Nome in codice di un’indagine incentrata su presunte irregolarità in appalti pubblici.

Più in dettaglio, nel mirino degli inquirenti è finita la realizzazione di loculi cimiteriali agli «Angeli» da parte di società di mutuo soccorso ed i lavori per la costruzione del parcheggio di via Medaglie d'Oro. Indagine che ha coinvolto dirigenti, funzionari e tecnici comunali, imprenditori e responsabili di società di mutuo soccorso. Ventuno in tutto gli indagati, sei dei quali destinatari di misure interdittive, poi per lo più revocate. Gli altri 15 indagati sempre in libertà.

Adesso, per tutti loro, dalla Procura è arrivata la richiesta di aprire un procedimento a loro carico. Sollecitazione che il pm Elena Caruso ha girato al gup Marcello Testaquatra.

Unica eccezione per Davide Iannello (assistito dall’avvocato Michele Micalizzi) figlio del dirigente pro-tempore dell'ufficio tecnico comunale di San Cataldo chiamato in causa per certificazioni Soa (sigla di società organismi di attestazione). Il professionista ha chiesto il rito abbreviato. A lui è contestato il concorso in un presunto episodio di concussione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X