OSPEDALE

Aggressioni al pronto soccorso di Caltanissetta, Nursind chiede più sicurezza

di

CALTANISSETTA. Pronto soccorso allo stremo, reparti (come cardiologia) in più rispetto ai posti letto, diffuse carenze di personale. Sullo stato della sanità nissena soprattutto dopo l’ultima aggressione avvenuta venerdì notte al Sant’Elia lancia l’allarme il Nursind il sindacato delle professioni infermieristiche.

“Il disagio lavorativo che quotidianamente si vive in questa azienda sanitaria – si legge in una nota a firma della segreteria territoriale guidata da Giuseppe Provinzano - è palpabile.Gli infermieri spesso vengono chiamati a saltare il riposo e a coprire i vuoti in organico ormai cronici, da nord a sud della provincia. La mancanza di programmazione, pianificazione nonché la mancata collaborazione con il sindacato induce a pensare che i veri problemi della sanità di questa provincia siano ben altri”. Quindi il Nursind punta il dito contro la carenza cronica di personale infermieristico, ormai logoro a lavorare nelle corsie e stanco. Il numero di infermieri è sempre più esiguo e ben al di sotto di quelli previsti dai livelli essenziali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X