MARINA DI BUTERA

"Deturpamento del paesaggio e inquinamento ambientale": sequestrato resort

BUTERA. La guardia di finanza a Gela ha sequestrato una vasta struttura turistico-alberghiera di Marina di Butera, il "Sikania Resort", un villaggio-vacanze con circa 800 posti letto sulla costa tra Gela e Licata. Il provvedimento è stato emesso dal pm Ubaldo Leo.

Inquinamento ambientale e distruzione o deturpamento di bellezze naturali. Questi i reati ipotizzati dalla Procura della Repubblica.

Sono stati denunciati il legale rappresentante della società Falconara s.r.l. titolare della concessione edilizia rilasciata dal Comune di Butera Pietro Franza ed il legale rappresentante della società Eden s.r.l., gestore del complesso turistico, Nardo Filippetti. Il sequestro è stato disposto dopo che sono state accertate violazioni alle prescrizioni inserite nelle concessioni rilasciate sia dal Comune di Butera che dall'Assessorato regionale al Territorio e Ambiente.

Le indagini hanno permesso di accertare come, nel corso degli anni il cordone di dune preesistente fosse stato completamente spianato in corrispondenza della struttura alberghiera retrostante per ampliare arbitrariamente l'area destinata allo stabilimento balneare e come le prescrizioni imposte dalle autorità competenti per la sua tutela fossero state completamente ignorate. La struttura inizialmente, gestita dalla società Falconara s.r.l., fu poi data in affitto nel 2014 alla società Eden s.r.l. di Pesaro. L'indagine è stata supportata da una perizia tecnica richiesta dall'autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X