TRIBUNALE

"Truffa ed estorsione a Caltanissetta", condannato un oculista

di

CALTANISSETTA. Colpevole di truffa ed estorsione ma non di peculato. Così lo ha giudicato il tribunale. Affermazione di colpevolezza che è piovuta su un medico convenzionato finito in giudizio sull’onda di due differenti filoni d’indagine poi confluiti in un unico dossier.

È l’epilogo del processo celebrato a carico dell’oculista sessantottenne Erminio Vincenzo Amato (difeso dagli avvocati Giuseppe e Francesco Panepinto) che adesso s’è ritrovato sul capo la condanna a 3 anni, 10 mesi e 10 giorni a fronte dei 5 anni e mezzo di reclusione chiesti per tutti e tre i capi d’imputazione a lui contestati. Colpevolezza che è stata sollecitata dal pm Claudia Pasciuti che peraltro, a dibattimento in corso, ha offerto al Collegio giudicante presieduto da David Salvucci (a latere Grazia Luparello e Marco Milazzo) altra documentazione a carico dell’accusato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X