CONTRADA STRETTO GIORDANO

«Danno ambientale»: accusati tre sindaci nel Nisseno

di

CALTANISSETTA. I nodi adesso arrivano al pettine. E il nodo più grosso dovrà sbrogliarlo il sindaco Giovanni Ruvolo nel processo che lo vede come coimputato nella vicenda dell’inquinamento della discarica di Contrada Stretto Giordano.

Oltre a Ruvolo, che si troverà nella doppia veste di imputato e parte offesa, sono anche indagati ex sindaci, a partire da Salvatore Messana ( difeso dagli avvocati Giacomo Butera e Lito Cucchiara), Michele Campisi (difeso dall’avvocato Raffaele Palermo), funzionari e dirigenti dell’Ato Ambiente CL 1. La determina di costituzione di parte civile è stata redatta e sottoscritta dall’assessore più anziano, Maria Grazia Riggi, che certifica quindi, già prima dell’eventuale udienza dibattimentale, il danno ambientale subito dal comune da parte del suo sindaco Ruvolo e degli ex amministratori che lo hanno preceduto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X