CALTANISSETTA

Peculato, riparte il processo contro Milisenna

di

CALTANISSETTA. È con un nuovo Collegio giudicante che è ripartito, dopo l’azzeramento, il processo a un dirigente dell’Azienda sanitaria provinciale tirato in ballo per l’ipotesi del reato di peculato.

La parentesi giudiziaria riguarda il direttore di medicina legale dell’Azienda sanitaria provinciale 2 di Caltanissetta, il sessantaduenne Vito Claudio Maria Milisenna (che viene difeso dagli avvocati Dino Milazzo e Sergio Monaco).

Ora è al cospetto del tribunale presieduto da David Salvucci – che ha raccolto il testimone da Antonio Napoli – (a latere marco Milazzo e Salvatore Palmeri) che il dirigente è chiamato. Mentre a rappresentare l’accusa è sempre il pubblico ministero Davide Spina.

E ieri i giudici, con il consenso della difesa, hanno acquisito agli atti del processo le dichiarazioni rese già in precedenza da tre testimoni, tutti pazienti che furono visitati dallo stesso medico ora a giudizio. Lui che, secondo la tesi accusatoria, avrebbe nascosto all'Azienda sanitaria, di cui è dipendente, prestazioni professionali che gli sarebbero state commissionate da privati nella sua veste di medico legale. Consulenze che gli sarebbero state affidate per vari procedimenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X