IL CASO

Attentato incendiario a Niscemi, peggiorano i due feriti

di

NISCEMI. Si aggravano le condizioni di salute dei due fratelli - Alfonso Massimiliano Schembri, 42 anni, e Roberto Schembri, 52 – ritenuti dagli inquirenti i responsabili dell’attentato incendiario di contrada Vituso. Il primo si trova ricoverato presso il reparto Ustioni del Civico di Palermo, dove è stato trasportato la stessa notte dell’attentato, perché presentava ustioni sparse in tutto il corpo ed era in pericolo di vita.

Ieri notte, anche il fratello Roberto, che era degente presso il nosocomio cittadino “Suor Cecilia Basarocco”, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni, è stato trasportato in eliambulanza al policlinico di Bari. Quest’ultimo , a causa delle vaste ustioni riportate, era diventato “tutto una maschera”, con un inizio di rigonfiamento del corpo. I sanitari, temendo il peggio, hanno chiesto l’inoltro del ferito in un altro ospedale più attrezzato di quello di Niscemi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X