RAFFINERIA

Operai a rischio licenziamento, protesta in piazza a Gela

PALERMO. Dopo 10 giorni di lotta, caratterizzati dai blocchi alle vie di accesso alla raffineria dell’Eni, i lavoratori dell’indotto, dipendenti dell’impresa edile «Turco Costruzioni», hanno portato un loro presidio in piazza municipio per protestare contro il licenziamento di 36 operai.

Al sindaco e alla giunta contestano il ruolo marginale che il Comune avrebbe avuto in questa vertenza. La manifestazione delle maestranze (una cinquantina di edili) ha indotto i dirigenti comunali a chiudere l’ingresso principale del municipio e a mantenere aperto l’accesso secondario per garantire i servizi ai cittadini. La zona è presidiata dalle forze dell’ordine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X