L'INDAGINE

Infortunio sul lavoro alla raffineria di Gela, chiesto processo anche per un medico

di

GELA. Avrebbero provocato la lacerazione del muscolo del retto femorale di una coscia ad un operatore addetto all'impianto di imbottigliamento. È la conclusione alla quale è arrivata la Procura di Gela, diretta da Fernando Asaro, che ha chiesto il rinvio a giudizio per il responsabile dell’impianto imbottigliamento Gpl della Raffineria di Gela, dei tecnici addetti all’imbottigliamento Gpl della società «Ra.ge.» Spa e nei confronti del medico in servizio nell'infermeria della fabbrica.

Gli indagati sono chiamati a difendersi dall'accusa di lesioni personali gravi. Inoltre, secondo la Procura, i presunti responsabili avrebbero agito in cooperazione colposa fra loro. Il medico dovrà rispondere anche di omissione di referto in violazione a quanto previsto dal codice penale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X