SANITA'

Carenze di personale negli ospedali nisseni, l'allarme dei sindacati

di

Carenze di personale nelle strutture sanitarie del Nisseno. La denuncia arriva dai sindacati Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl che chiedono una convocazione urgente alla Direzione dell'Asp di Caltanissetta.

In una nota a firma di Giovanna Caruso, segretario generale Cgil Fp, Assunta Tolentino, segretario provinciale Cisl Fp, e Massimiliano Centorbi, segretario generale Uil Fpl, si parla di "situazione drammatica in gran parte dei presìdi e non solo per ciò che attiene la carenza di personale".

Nelle specifico i sindacati lanciano l'allarme per Mussomeli dove "vi è grave carenza di lavoratori in quasi tutti i reparti: Pediatria, Lungodegenza, Chirurgia. Mancano medici, infermieri, ausiliari, tecnici; sovente quelli in servizio vanno in pensione e non vengono sostituiti ed in alcuni casi trasferiti. La funzionalità dei reparti è garanti da medici ed infermieri che fanno turni impossibili e con l’approssimarsi dell’estate non potranno fruire delle ferie estive". Inoltre, sempre a Mussomeli "è stato più volte segnalato lo stato di incuria in cui versa l’Ospedale – il mancato scerbamento più volte segnalato dalla Uil–  i letti vetusti e cadenti a pezzi".

Situazione analoga a Mazzarino dove "nei festivi vi è un solo ausiliario per tutto l’ospedale", oltre a carenze nei vari reparti.

Nei due grossi presidi di riferimento a Caltanissetta – S.Elia e Vittorio Emanuele - "anche quest’anno - scrivono i sindacalisti - molti dipendenti non potranno fruire delle ferie: al S.Elia le carenze sono in quasi tutti i reparti".

"A Gela mancano medici, infermieri, oss e autisti. Anche qui le ferie sono una chimera. E molte Unità Operative ancora oggi devono essere attivate. Le situazioni più gravi sono: al Pronto Soccorso, dove mancano infermieri, oss e autisti. Nel reparto di medicina idem. In dialisi vi è la carenza cronica di infermieri".

"Non possiamo attendere un minuto in più , il management dia risposte urgenti – dicono i tre sindacalisti - siamo coscienti del difficile momento, e del lavoro alacre dell’ufficio del Personale (stabilizzazione precari, mobilità e quant’altro) ma occorre agire in fretta. Chiediamo una convocazione urgentissima che abbia ad oggetto la organizzazione del personale per questo periodo ed inoltre suggeriamo un reclutamento urgentissimo, anche a tempo determinato, delle figure necessarie, in attesa delle mobilità e dei concorsi”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X