TRIBUNALE

"Tentò di uccidere la compagna", chiesta condanna a 13 anni per un nisseno

Il pubblico ministero Matteo Campagnaro ha chiesto al Tribunale di Caltanissetta la condanna a 13 anni per il nisseno Gianluca Di Giugno, 40 anni, accusato di avere tentato di uccidere la ex convivente, oltre che di lesioni gravissime e maltrattamenti.

Secondo l’accusa Di Giugno, un anno fa, aggredì la ex convivente con un taglierino e cercò anche di strangolarla, oltre ad averla anche picchiata con schiaffi e pugni al viso.

La donna, riuscendo a sfuggire alla furia dell’uomo, riuscì a comporre il «113», ma non riuscì a parlare; l’operatore del centralino, però, rimase in ascolto e sentì il rumore della colluttazione, riuscendo a individuare l’indirizzo grazie al numero di telefono comparso sul display degli apparecchi della questura.

Sul posto intervennero i poliziotti delle volanti, che arrestarono Di Giugno, attualmente detenuto nel carcere di Enna. La prossima settimana si tornerà in aula per le conclusioni dell’avvocato di parte civile Emanuela Lopiano e dei difensori Walter Tesauro e Calogero Vetri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X