Attentato incendiario a Gela: i locali sono adiacenti al Petrolchimico Eni

Tre incendi hanno colpito tre comuni differenti della Sicilia. Si tratta di Gela, Leoforte e Centuripe. A Gela un rogo di natura dolosa ha danneggiato i locali adiacenti all'ingresso B del petrolchimico Eni. Il fatto risale a sabato sera. Una delle ipotesi potrebbe essere legata al clima di tensione che si è scatenato a Gela dopo le dichiarazioni a Nemo su Rai 2 di Emanuele Pistritto, ex operaio Eni.

Un dipendente comunale a Leonforte e un attivista del Forum dei movimenti per l’Acqua ed i Beni Comuni a Centuripe sono stati colpiti da intimidazioni. Nel primo caso è stata graffiata la carrozzeria del dipendente, mentre all'attivista sono state sgozzate quattro oche e danneggiata l'auto.

L’articolo completo nell’edizione odierna del Giornale di Sicilia

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X