GUARDIA DI FINANZA

Gela, frode fiscale di un imprenditore per 6 milioni: scatta sequestro da 380 mila euro

di

Per tre anni un imprenditore gelese del settore dell’isolamento termico ed acustico avrebbe frodato il fisco per sei milioni di euro. Avrebbe messo su un inesistente giro di fatture false per evadere le tasse. L’imprenditore è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Gela per i reati dichiarazione fraudolenta mediante artifici contabili e di utilizzo di fatture relative ad operazioni inesistenti.

I finanzieri del comando provinciale di Caltanissetta, su richiesta della locale procura della Repubblica, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro di disponibilità finanziarie e di beni per circa 380 mila euro nei confronti di un imprenditore gelese, indagato per frode fiscale.

La società gelese ha operato su tutto il territorio nazionale nel settore dell’isolamento termico ed acustico. Le fiamme gialle nissene, dall’analisi della frammentaria documentazione contabile rinvenuta e dopo aver analizzato minuziosamente i conti della società, hanno potuto ricostruirne i reali rapporti commerciali. I finanzieri hanno approfondito le operazione di compravendita e hanno incrociato i dati delle fatture: è stato ricostruito il consistente giro d’affari, ottenuto attraverso l’utilizzo di fatture false e costi inesistenti usato per evadere le imposte.

È scattato il sequestro dei conti correnti e della società, un’autovettura e di un'intero palazzo a Gela con  appartamenti e magazzini, del valore di 380 mila euro.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X