BUNKER MALASPINA

Picchiò un agente di polizia penitenziaria a Caltanissetta, condannato a 2 anni
 

di

Condannato per il pestaggio in strada di un agente di polizia penitenziaria, preso a botte fino a fratturargli il setto nasale. E dovrà pure risarcirlo. Un secondo imputato ne è uscito indenne. Questa, in estrema sintesi, la sentenza a carico di due soggetti che a pochi passi dal bunker Malaspina, avrebbero preso a botte un agente in servizio al carcere «Piazza Lanza» di Catania.

Giudicato colpevole il trentasettenne Marco Michele Mirisola (difeso dall'avvocato Massimiliano Bellini) che ha rimediato in continuazione la pena a 2 anni di reclusione ma non è stata riconosciuta l’aggravante dello sfregio. In più dovrà pagare le spese processuali che ammontano a 1710 euro e dovrà risarcire la parte civile secondo l’entità che sarà stabilita in un procedimento a parte al trentatreenne Vincenzo C. (assistito dall’avvocato Rosario Di Proietto) che si è costituito nel giudizio.

L’articolo completo nell’edizione Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X