stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura La scultura della vara Ultima Cena di Caltanissetta esposta all'aeroporto di Fiumicino
DA OGGI

La scultura della vara Ultima Cena di Caltanissetta esposta all'aeroporto di Fiumicino

La «Vara» pasquale «L'Ultima Cena», la storica scultura in legno e cartapesta realizzata nel 1885 degli scultori napoletani Vincenzo e Francesco Biangardi, da oggi al 21 marzo è esposta all’aeroporto di Fiumicino. Tradizionalmente conservata nella sala espositiva delle Vare di Caltanissetta, l’opera d’arte, tra i «gruppi sacri» più noti della «Settimana Santa» nissena (quest’anno in calendario, in forma statica, dal 7 al 14 aprile), potrà essere ammirata da viaggiatori ed operatori aeroportuali al Molo E dell’area imbarchi internazionali.

Alla presentazione e al taglio del nastro dell’esposizione, questa mattina, hanno presenziato tra gli altri il presidente di Adr, Claudio De Vincenti, il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Giancarlo Cancelleri, il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino e altre autorità nissene.

«Rappresenta oggi un momento di speranza e siamo felici che Fiumicino, una vetrina internazionale d’eccellenza, la ospiti e siamo grati ad Adr», hanno sottolineato le rappresentanze e la soprintendenza nissene. Il progetto espositivo, «La Passione nel cuore della Sicilia», è un’iniziativa del Comune di Caltanissetta in collaborazione con l’Associazione Unione panificatori nisseni, proprietaria della storica Vara, con Patrocinio gratuito del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, ed è stata resa possibile grazie al contributo della Empedocle 2, società di costruzioni di Ravenna.

La Vara «L'ultima cena», maestosa opera in legno e cartapesta, realizzata dai Biangardi su commissione della corporazione dei fornai e panificatori, apre tradizionalmente la processione dei sedici Grandi gruppi sacri durante i riti del Giovedì Santo nisseno. La disposizione dei 13 personaggi e la composizione della scena ricorda l’omonimo capolavoro pittorico di Leonardo da Vinci, a cui gli scultori presepisti napoletani si ispirarono. Questo gruppo sacro è considerato uno tra i più importanti dal punto di vista artistico. Protetta da una teca di vetro, vede al suo fianco un totem video che riporta una foto di Caltanissetta e le foto dei suoi principali monumenti, ciascuno con il suo Qr Code.

Un display, poi, manda in loop un montaggio video, realizzato dal videomaker Roberto Gallà, diviso in due parti. Con questo progetto espositivo la Pasqua nissena, quindi, si pone al centro tra il genio di Leonardo da Vinci, riconosciuto nel mondo, e la forza comunicativa del Leonardo da Vinci, l’aeroporto internazionale di Roma, hub l’anno tra i più apprezzati al mondo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X