I giovani talenti siciliani pronti per "Ti lascio una canzone"

Sono amici anche fuori dal palco, dove si ritroveranno il 24 novembre per la kermesse finale. I volti dei bambini che un giorno potrebbero diventare famosi
Caltanissetta, Archivio

PALERMO. Arrivano alla spicciolata e ogni volta che uno di loro varca la soglia è una grande festa. Urlano, si abbracciano e si divertono. Sono i giovani talenti siciliani di Raiuno, i piccoli-grandi cantanti di Antonella Clerici, protagonisti del programma televisivo “Ti lascio una canzone”. Sono amici anche fuori dal palco, dove si ritroveranno mercoledì 24 novembre per la grande festa nella serata conclusiva dello show, giunto alla sua quarta edizione. Giamburrasca, alias Giuseppe Pio Marasà, è il più piccolo del gruppo: ha soltanto 9 anni, canta da due, ma in fatto di parlantina ed energia supera tutti. Si presenta schioccando le dita, perché lo rilassa, ma sono gli altri a tradirlo: “Ha pianto più di tutti nel corso della finale”, raccontano divertiti i suoi compagni di avventura, e alla fine è proprio lui a confessare di essere “triste perché è finita quest’avventura”. Il bambino originario di Partinico, in provincia di Palermo, non ha dubbi però sul ricordo più bello che porterà con sé: “È stato emozionante cantare con Massimo Ranieri “Perdere l’amore” – dice –, mi piacciono tutte le sue canzoni”.



Impossibile non notare la chioma bionda e riccioluta di Ciavarrino, così Giacomo Iraci è stato ribattezzato dalla Clerici in persona per la sua somiglianza con l’attore. E qui il gossip diventa d’obbligo: “Si è fidanzato con Rita Ciccarone” dicono del tredicenne di Palermo, ma lui rincara “conoscerla è stata la cosa più bella, naturalmente non potrò dimenticare l’emozione di aver cantato con persone come Emi Stewart, i Pooh o Roberto Vecchioni”. Ma non è l’unico ad aver trovato l’anima gemella. È la tredicenne Claudia Catalano, anche lei di Palermo, ad essersi fidanzata con il calabrese Antonio Celestino: “Ho pianto tanto – racconta, con un po’ di timidezza –, anche quando ho registrato il video di saluti per Antonella”. Direttamente da Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, è arrivata la fan dei tre baby tenori della scorsa edizione, Giulia Genova: “Antonella Clerici – ricorda la ragazza di 13 anni – un giorno, passando in corridoio, mi ha fatto una carezza. Non dimenticherò mai il suo affetto per noi”.



Sono sembrate inseparabili le palermitane Claudia Sciortino e Chiara Lo Re, rispettivamente di 12 e 10 anni: “La canzone che ho preferito cantare è stata “Pensieri e Parole” di Battisti” dice la mora, mentre la biondina tutto pepe aggiunge: “E’ stato fantastico cantare “I love rock and roll” con Anastasia Petrie”. Accanto alle new entries della quarta edizione di “Ti lascio una canzone”, c’è però un gruppetto di siciliani che la bionda presentatrice ha voluto con sé anche quest’anno: il latin lover Giovanni La Corte arrivato dall’Accademia Palladium di Favara, Sebastiano Cicciarella che ha scherzosamente scansato Claudio Baglioni rivendicando il suo spazio sul palco durante il duetto di “Porta Portese”, la componente del neonato gruppo “Le divas” Arianna Lupo e, infine, la veterana Simona Collura che calca le scene del programma sin dal primo anno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X