POLIZIA STRADALE

Assicurazioni false a Caltanissetta: 15 denunciati

di
Un fenomeno in forte ascesa che è stato particolarmente attenzionato dall’inizio dell’anno, prime valutazioni dopo il primo mese di controlli

CALTANISSETTA. Boom di automobilisti denunciati per avere falsificato tagliandi assicurativi. Già quindici dall'inizio dell'anno. La Stradale ne sta scoprendo una ogni due giorni nei controlli sulle statali 640 e 626 arterie strategiche del circondario nisseno dove la presenza di pattuglie ha subito un notevole potenziamento. Nella rete sono finiti anche camionisti, ma il grosso è costituito da disoccupati molti dei quali dichiarano apertamente di non avere possibilità economiche per poter più fronteggiare simili spese e garantirsi così la copertura assicurativa. L'ultimo episodio risale a giovedì pomeriggio sulla statale 640 dove una pattuglia ha imposto l'alt ad una Fiat Punto guidata da un nisseno (G.E. 60 anni) mentre stava imboccando lo svincolo Caltanissetta-sud.

L'uomo, un disoccupato, aveva esposto un tagliando assicurativo già abbondantemente scaduto (l'11 gennaio) ma palesemente contraffatto. Ai poliziotti è bastato poco per accertare che tutta la documentazione assicurativa esibita dal disoccupato (tagliando e certificato) era stata falsificata. Per l'uomo è scattata la denuncia penale per uso di atto falso e falsità in scrittura privata; gli hanno pure ritirata la patente di guida. Di reati simili gli uomini della Polstrada ne stanno contestando parecchi e il 2015, sotto questo profilo, si appresta a diventare l'anno dei record con un numero di denunciati superiore a quello registrato nel 2014. Ma ad incappare - ed è l'aspetto più sorprendente di questo fenomeno - nei posti di blocco sono anche addetti al trasporto pesante.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X